SESTA EDIZIONE 2017

BRILLANO DI LUCE PROPRIA  LE “MAGNIFICHE 12”
DELLA VI EDIZIONE del  PREMIO PAVONCELLA

E’ ancora una volta lo spessore scientifico, culturale, artistico, unitamente alle conquiste ottenute nei rispettivi mondi professionali e lavorativi, a connotare il vissuto delle dodici “eccellenze in rosa” cui questa sesta edizione del Premio “Pavoncella alla creatività femminile” ha voluto dare lustro e ribalta mediatica. A ricompensare Francesca d’Oriano, la Giuria del Premio e quanti si sono impegnati, su base di mero volontariato, perché il Pavoncella continuasse a volare alto, la manifesta vicinanza delle Istituzioni pubbliche e dei Privati. Questa sesta edizione del Premio ha goduto infatti del Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri; della Medaglia di rappresentanza del Senato, per espressa volontà del suo Presidente, Pietro Grasso e del Patrocinio dato dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli. A questi si aggiungono il Patrocinio dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, della Regione Lazio, nella persona del suo presidente; della Provincia di Latina; del Comune di Sabaudia, della Siae, del Parco Nazionale del Circeo e della Pro Loco di Sabaudia, con il contributo operativo del Centro Sportivo Remiero della Marina Militare, di Sabaudia che ha ospitato, per la prima volta, la manifestazione. Un Evento reso possibile dal supporto degli sponsor: Tim, Acea, Chopard, “Sangalli Giancarlo &C”, Grimaldi Lines, Stim, Casale del Giglio, A.I.R.O. ,della Bcc, Cassa Rurale ed Artigiana dell’Agro Pontino, Class Motor di Terracina e dalla solidarietà di due associazioni no profit pugliesi, “Donne in corriera” ed “Amo Puglia” e di “VediamociChiara”, di Roma, un Portale nazionale dedicato alla salute ed al benessere delle donne.

E proprio in termini di salute spiccano, nella rosa delle dodici vincitrici, tre giovani donne che si sono aggiudicate il Pavoncella per la Ricerca scientifica per i loro studi e le loro scoperte in malattie degenerative oggi sempre più diffuse. Parliamo di Claudia Bagni, da oltre quindici anni impegnata in un progetto ambizioso: lo studio del cervello ed in particolare di quelle molecole che regolano i meccanismi alla base dell’apprendimento e dei disturbi comportamentali; disabilità intellettive quali la sindrome dell’X Fragile, l’autismo e la schizofrenia. Di Gabriella Capolupo, che ha iniziato giovanissima un articolato percorso medico-scientifico, specializzandosi nelle più moderne tecniche di microchirurgia oncologica e della dottoressa Magdalena Linden, cui è stata assegnata una borsa di studio per le sue ricerche sulla sclerosi multipla presso il Karolinska Institutet di Stoccolma ed alla quale la Chopard ha voluto fare omaggio di una delle sue splendide borse. A premiarle tre autentici “fuoriclasse” della nostra Sanità pubblica: il professor Rocco Bellantone, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica di Roma; il professor Massimo Rossi, Ordinario di Chirurgia generale presso “La Sapienza” di Roma e la Professoressa Laura De Gara, Docente di Fisiologia Vegetale e Qualità nutrizionale delle piante presso l’Università Campus Biomedico di Roma.

A scorrere l’elenco delle vincitrici brillano di luce propria Carolina Rosi, figlia del grande regista Francesco Rosi, unica donna impresario nel Teatro italiano, chiamata a raccogliere e gestire la ricca e complessa attività artistica del marito Luca De Filippo e della Fondazione intitolata ad Eduardo; Lea Mattarella, storica e critica d’arte, docente dell’Accademia di Belle Arti di Roma premiata per il suo Impegno nell’Arte insieme alla costumista e scenografa, Zaira de Vincentiis, artista napoletana decisamente eclettica, capace di spaziare dai classici della lirica al musical, senza trascurare la cultura greca. Ed è una degna rappresentante del “made in Italy” Marisa Del Vecchio, titolare della Gay Odin, la storica cioccolateria artigianale di Napoli, premiata per l’Imprenditoria. Ed è ancora Napoli ad essere rappresentata in questa sesta edizione del  Pavoncella dalla scrittrice Piera Ventre, vincitrice per la Narrativa con il romanzo “Palazzokimbo” (Neri Pozza editore).

Come è ormai tradizione il Premio Pavoncella riserva due Speciali Riconoscimenti alla Donna dell’Anno ed alla Donna dello Stato, per lo Stato che sono andati rispettivamente a Barbara Jatta, direttore dei Musei Vaticani, prima donna chiamata da Papa Bergoglio a questo incarico prestigioso e di enorme responsabilità ed al vice questore aggiunto della Squadra Mobile di Roma, Nunzia Alessandra Schilirò. In Polizia per vocazione è impegnata, con la sua squadra, in un progetto operativo in difesa delle donne e dei minori vittime di violenza.

A completare il gruppo delle “magnifiche 12” Elisa Saltarelli, direttore responsabile di “Comunicare il territorio” telegiornale on line particolarmente attento alle problematiche della provincia pontina, nota per le interviste alle grandi personalità della politica internazionale, tenute nell’ambito della collaborazione professionale con il presidente della Camera, Laura Boldrini, premiata per il Giornalismo; e la Cooperativa Sociale Integrata di Terracina “Una mano tira l’altra” cui è andato il Pavoncella per l’Impegno sociale.

Nell’ambito di questa sesta edizione del Premio “Pavoncella alla creatività femminile” sono state assegnate 4 borse di studio ad altrettante alunne delle scuole terremotate di Arquata del Tronto ed altre 4 borse di studio ad altrettante allieve, particolarmente meritevoli, delle scuole medie di Sabaudia e Borgo Vodice. A condurre la serata la giornalista Rai, Roberta Ammendola, volto noto del TgR.

A cura dell’Ufficio stampa
Romano Tripodi



VINCITRICI DELLA SESTA EDIZIONE

Donna dell'anno - Barbara Jatta premiata da Diamante D'Alessio Donna dello Stato - Nunzia Alessandra Schilirò premiata dal Gen. Domenico Giani Ricerca Scientifica - Magdalena Linden premiata dalla Prof.ssa Laura De Gara
Ricerca Scientifica - Claudia Bagni premiata dal Prof. Rocco Bellantone Ricerca Scientifica - Gabriella Capolupo premiata dal Prof. Massimo Rossi Imprenditoria - Marisa Del Vecchio premiata dal Viceprefetto Sottile
Impegno per il teatro - Carolina Rosi premiata da Caterina Chinnici Impegno per l'arte Lea Mattarella premiata da Francesca d'Oriano Impegno per l'arte Laura de Vincentiis premiata da Elisabetta Strickland
Giornalismo Elisa Saltarelli premiata da Emilia Costantini Narrativa Piera Ventre premiata da Fiorenza Taricone Impegno per il Sociale Emanuela Monti